Log in



Può un’idea geniale e creativa risolvere un progetto?

Thursday, June 23rd, 2016 by

“Buscar el levante por el poniente”  Cristoforo Colombo

2015-09-01 06.56.59Mi è capitato, a fronte della mia proposta di applicazione di metodologie strutturate di project management, di sentirmi obiettare che per la riuscita dei progetti, più che di metodologie, occorre competenza nel merito e alle volte anche un’idea geniale e creativa.

E’ vero che le competenze di merito e le idee creative sono importanti, ma questo non è in contraddizione con l’applicazione di un metodo per la gestione strutturata dei progetti. Anzi, è vero il contrario.

Prince2, come anche altre metodologie quali PMBoK o Praxis Framework, invita alla gestione strutturata dei rischi, siano essi a impatto negativo (minacce) o che siano invece a impatto positivo (opportunità). E’ proprio questa ultima categoria che spesso viene trascurata e che deve invece essere compresa meglio.

Una gestione opportuna (identificazione, valutazione, pianificazione e implementazione di azioni di risposta) permette di classificare secondo logiche di valore i vari rischi-opportunità che si presentano – magari anche identificati tramite intuizioni geniali di qualche partecipante al progetto! – e di definire adeguate strategie e azioni di risposta per condividere, aumentare o sfruttare le opportunità che si sono presentate.

Un metodo rigoroso permette di catturare meglio e prima le intuizioni, di non disperderle e di stimolare il pensiero di tutti alla continua elaborazione di idee che possano essere funzionali alla riuscita del progetto. La classificazione per logiche di valore permette quindi di focalizzarsi sulle migliori opportunità, concentrando su di esse gli sforzi e le risorse a disposizione.

Anche l’opera di Cristoforo Colombo di “buscar el levante por el poniente” può essere annoverata tra i casi illustri di gestione virtuosa dei rischi-opportunità. Isabella di Castiglia ha saputo cogliere il valore potenziale dell’intuizione di Colombo, ma soprattutto ha saputo lavorare in modo strutturato per sfruttare al meglio il rischio-opportunità che le si era presentato.

 

2 Responses to “Può un’idea geniale e creativa risolvere un progetto?”

  1. Marco O. says:

    Un ottimo spunto Marco! Sarebbe interessante integrare diversi approcci visuali (e quindi metaforici, e quindi generativi/divergenti) al “tradizionale ” Project Canvas, magari utilizzando un approccio mirato nell’ambito LEGO SERIOUS PLAY (per gli amici LSP…) – peraltro già sperimentato in congiunzione con altri Canvas (BMC).
    Visualizzare costruendo con le mani le metafore…meglio che disegnare (con una fase di gioco preliminare la maggior parte delle persone si sente più a suo agio) e meglio che usare giochi che “suggeriscono” metafore…FANTASTICO! Lavoriamoci su, magari assieme…

    • Marco says:

      Grazie del commento Marco!

      In effetti la gestione dei rischi a cui mi riferisco e che auspico nel post prescinde dalla metodologia utilizzata, che sia questa un classico documento aziendale, un tool software o un approccio visuale e partecipativo come quello offerto da strumenti come il Project Canvas. L’importante è che i rischi siano gestiti in modo coerente con l’approccio di gestione dei progetti che ci si è dati.

      Quanto all’utilizzo combinato in contesti agili di Project Canvas e Lego Serious Play per costruire con le mani metafore che aiutino a mettere a fuoco meglio gli elementi di progetto è sicuramente una strada da esplorare insieme!

Leave a Reply

: inserire il codice nella casella qui a sinistra